modellismo, navale,
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 76 il Mer Mag 13, 2015 2:07 pm
Ultimi argomenti
» Trofeo Nave Artiglio
Ven Apr 29, 2016 5:06 pm Da mozzo

» Buona Pasqua
Dom Mar 27, 2016 7:24 am Da santos

» Buon Anno a tutti
Ven Gen 01, 2016 1:11 pm Da vagelischantziaras

» Buon Natale
Sab Dic 26, 2015 4:33 pm Da santos

» Le Requin sc. 1/48
Dom Nov 29, 2015 2:16 pm Da mozzo

» Auguri Francesco
Ven Set 18, 2015 5:31 am Da santos

» Gozzo Ligure
Ven Ago 07, 2015 3:59 pm Da santos

» Buon Compleanno
Mer Giu 03, 2015 8:38 pm Da santos

» mnostromo63 mi presento
Mar Giu 02, 2015 7:52 pm Da santos

» Campionati Italiani di Modellismo 2015
Mer Mag 27, 2015 1:30 pm Da mozzo

Argomenti più attivi
Le Requin sc. 1/48
Gozzo Ligure
Galleria di Bruno Belli
Mario Tibollo - mi presento
Tartana in scala 1:80
Campionati Italiani di Modellismo navale
Buongiorno !!! gino arcuri
Campionati Italiani 2014
Tartana Santos
Galleria di Marini Claudio
Parole chiave
FACEBOOK


FACEBOOK
ARCHMODELSHIP


Condividere | .
 

 Le Requin sc. 1/48

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4
AutoreMessaggio
Pippo Jr.
Admin
avatar

Messaggi : 261
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 78
Località : Capriate - BG

76
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Ven Gen 24, 2014 3:16 pm

Vagelis,

poiché desidero contribuire alla "discussione" relativa alla "presunta" variazione di colore riscontrata sulle tavole di Tiglio che costituiscono il ""Paiolato"", prima di esprimermi con valutazioni mie personali, ritengo necessario conoscere le risposte a questi cinque miei quesiti:

1.  Le Serrette sono realizzate con la medesima essenza legnosa con la quale vennero realizzati Madieri e  Staminali, ovvero Faggio ?

2.  I Riempitori [da te collocati tra i Madieri, per poi essere coperti assieme a questi ultimi (i Madieri) dal Paramezzale], sono anche loro realizzati con legno di Tiglio ?

3.  Hai mantenuto la preventiva scelta che non avresti assolutamente ""tinteggiato"" la Carpenteria Lignea ?

4.  Quali sono ed in quali messaggi ( es. : foto x del messaggio y ) si trovano:

a)  l'ultima foto con Serrette e ""Paiolato"" privi di "chiodatura";
b)  la prima foto con serrette e ""Paiolato"" comprensive di "chiodatura" (ma chiodatura non ancora
            carteggiata);
c)  la prima foto dove la chiodatura risulta di già carteggiata ?

5.  L'unica foto, inclusa nel messaggio # 61 di pag. 5/5 a quale delle tre situazioni indicate al punto 4, appartiene ?  Ovvero  a), b), oppure c) ?

Potrei chiudere quì il mio messaggio e attendere la risposta di Vagelis, ma,

per non dar adito a facili malintesi e di sentirmi ripere . . . . "il dogmatismo serve a poco", mi permetto informare, che le domande poste si preffiggono di mettere a fuoco le variabili presenti nei dubbi espressi da Vagelis e Sandro.

In altri termini, personalmente, sarei tentato di escludere contaminazioni chimiche, da parte della polvere di Abrasivo/Collante e/o limatura dei Chiodi, ma semplicemente le differenze naturali delle due essenze legnose, che mi pare di aver riscontrate il tutte le foto di nostro specifico interesse.
 
Naturalmente non ho diretta conoscenza ed esperienza sullo specifico caso propostoci da Vagelis ma, in ogni caso ritengo indispensabile investigare a fondo e comprendere ciò che saremo in grado di documentare in maniera oggettiva.

Grazie per voler partecipare a questa ricerca per nulla banale.

Buona prosecuzione e buon fine settimana a tutti,

Pippo

_________________

Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

77
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Sab Gen 25, 2014 6:09 am

Ciao  a tutti.
Pippo   posso  anche   rispondere  alle tue domante  , pero  ci tengo a precisare  che  escludo processi
chimici  , si pressenta  come se fosse sporco , il qualle si sposta leggermente quanto si  tenta di limare.
Il problema si e creato usando una limetta flessibile quelli per le unghie ,di un materiale ferroso , il quale
lascia sul legno questa sfumatura .
Per poter capire ho ripetuto  le medesime operazioni  in un listelo e il risultato e lo stesso.  
Come ho potuto capire si  produce una finissima polvere la quale si deposita su tenero tiglio e non se
ne va ,cosa che non fa su altri tipi di legno piu duri.
Posto una foto per essere chiaro. Purtroppo non  potevo immaginare questa cosa  e non si puo  sapere tutto.
Si deve prima assicurarsi e poi procedere .
Vi ringrazio per  la  vostra  attenzione .
Buona giornata
Vagelis
Tornare in alto Andare in basso
santos
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 432
Data d'iscrizione : 07.03.13
Età : 55
Località : Guidonia Montecelio

78
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Sab Gen 25, 2014 6:22 am

Ciao Vagelis, visto che hai riprodotto l'effetto su un listello prova a passare un pennello imbevuto di trielina se con quella non funziona puoi provare con acqua ossigenata a 130 volumi questa ultima la usano per sbiancare il legno senza rovinare le fibre del legno stesso ma usa dei guanti dato che il potere corrosivo è abbastanza elevato.
Sandro

_________________
Colui che crede di sapere, sicuramente non sà
Tornare in alto Andare in basso
Pippo Jr.
Admin
avatar

Messaggi : 261
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 78
Località : Capriate - BG

79
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Sab Gen 25, 2014 3:23 pm

Vagelis, non riesco a capacitarmi sullo "assai strano" fenomeno da te evidenziato.

Le variabili (del tuo problema) a me sconosciute sono rappresentate da:

a)  Materiale abrasivo e collante della "limetta per unghie" che, in verità, personalmente non ho mai utilizzato per questa tipologia di lavorazioni;

b)   la composizione chimica della lega di rame costituenti i chiodini da te utilizzati.

Per quanto a mia conoscenza, sarei tentato di attribuire eventuali sospetti (da vero profano) principalmente alla detta "limetta per unghie".  Prova coi tradizionali metodi di utilizzare la "tela abrasiva" al corindone (di appropriata grana) sostenuta da "appositamente confezionati tamponi in legno".

Una seconda avvertenza che mi viene da suggerire, consiste nel fatto di "eliminare preventivamente" la testa dei chiodini di rame, prima di piantarli in opera: in modo tale da ridurre quanto più il materiale da dover asportare.

Una terza considerazione riguarda il diametro dei chiodini che, a rigore dovrebbe essere di circa 0,35 mm (per la stragrande maggioranza della chiodatura del Tavolato di Rivestimento Interno - escluso Serrette, Sottodormienti, Dormienti e Serrettoni).

Una quarta considerazione: se stai procedendo ad utilizzare "collanti" per tenere unite le Parti di Carpenteria, allora, eventualmente, potresti utilizzare chiodi ricavati da "filo armonico", "opportunamente incassato" e che poi verrebbe ricoperto da appropriato "stucco" come aveva, a suo tempo, suggerito Sandro.

Ed infine, Vagelis, permettimi di esprimere una considerazione e domanda che non devi ritenere "provocatoria", tendenziosa e fuori luogo:

Il listello, utilizzato per le prove che ci hai mostrato nella foto inserita nel messaggio #77, mostra un colore molto simile a quello delle Serrette (Faggio) che non il colore "adulterato" del Tiglio da te impiegato per il  ""Paiolato"".

Tutto questo mio argomentare, si prefigge lo scopo di "conoscere per capire ed agire correttamente".

Buon fine settimana, ma soprattutto l'augurio per il successo in questa "insolita esperienza".

Attendo con impazienza altri contributi da parte degli Utenti di AMS ed, ovviamente, gli aggiornamenti di Vagelis.

Simpaticamente,

Pippo


_________________

Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

80
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Gen 26, 2014 6:39 am

Pippo  .
Non riesco  a capire come  sei arrivato a pensare  che  io fosse  un  (Simpaticamente ) bugiardo .
Per primo non te lo permetto,e  per secondo  non e corretto attribuire un oggettivo ,non detto ma pensato ,a uno che non conosci. .
Se  tu non (  riesci a capacitarti sullo “assai strano ‘’ fenomeno ),  come scrivi , non e colpa mia .
Permettimi  di pensare che il legno l hai visto solo tramite  foto .
Non ho nessuna intensione di  dialogare ,
Lascio le foto parlare dello stesso listello con differenza di luce sopra il paiolato ,il qualle informo   che e stato trattato
con una mano di  vernice ,per poter essere trattato.
Buona giornata a tutti.
Vagelis
Tornare in alto Andare in basso
mozzo

avatar

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 69
Località : Napoli

81
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Gen 26, 2014 9:12 am

Buongiorno Vagelis , di questo problema di limette anche a me e capitato in certe lavorazione, se ti è possibile cerca di mimetizzare le zone compromesse , se ti è possibile , prova su qualche listello di scarto a passargli dell'olio di balena , il suo effetto lo scurisce livemente.
mi fai sapere ?
Buona domenica

_________________

L’esperienza è maestra di vita

L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco Onesto
Tornare in alto Andare in basso
santos
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 432
Data d'iscrizione : 07.03.13
Età : 55
Località : Guidonia Montecelio

82
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Gen 26, 2014 9:25 am

Ciao Vagelis ho letto il tuo ultimo messaggio e penso che forse hai interpretato male l'ultimo scritto di Pippo come tutti i precedenti suoi messaggi.
Pippo ha sempre cercato di aiutarti (con i sui scritti e con il suo modo di pensare e modi di esprimersi) nel darti le dritte per cercare di realizzare al meglio questo tuo primo modello in arsenale proprio perchè ci tiene come ci teniamo tutti noi nel darti i suggerimenti ( almeno quelli che conosciamo) atti a tale scopo.
Io, Francesco e Pippo abbiamo creato questo forum con l'intento di sviluppare al meglio il nostro hobby modellistico con il massimo rispetto verso tutti gli utenti che partecipano; mai e poi mai ci salterebbe per la testa denigrare lavori o idee, non è nel nostro stile come non siamo il forum dei complimenti tipo bravo, bello etc. A conferma di ciò è anche vero che cerchiamo collaboratori per attività di studio e realizzazione di progetti.
A riprova di tutto questo posso dirti che se Pippo a scritto nel tuo WIP lo ha fatto perchè a individuato in te un potenziale valido collaboratore, a riprova di ciò sono proprio i suoi scritti; posso, se me lo permetti, suggerirti di rileggere i messaggi di Pippo con l'ottica di questo mio chiarimento e forse si dissolveranno i malintesi.
Sandro

_________________
Colui che crede di sapere, sicuramente non sà
Tornare in alto Andare in basso
Quartoni
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 25.03.13
Età : 69
Località : Palermo

83
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Gen 26, 2014 9:44 pm

Ciao Vagelis.

Io non sono per nulla esperto in materia di modellismo da ammiragliato, e in ogni caso, purtroppo, ormai sono arrivato tardi.
Spero che non abbia applicato alcun reagente chimico tipo acqua ossigenata, e olio di balena, sulla parte che hai evidenziato e mostra le macchie. Ognuno dei due interventi fissano, uno per reazione chimica, l'altro per untuosità la micro polvere di metallo imprigionata fra le fibre.
In ogni caso, prima di qualunque intervento chimico, occorre togliere la causa: cioè la polverina scura.

La mia opinione personale è che si tratta, purtroppo, dell'accumulo di infiltrazione della finissima limatura dell'ottone del tondino (che è una lega impura rame-stagno) fissata con l'alta temperatura che raggiunge la lima o la carta smeriglio durante l'operazione, fra le fibre del tiglio, che fai vedere nella foto con la lima, il listello di prova e il fondo sottostante. Altre tracce evidenziano questo fatto. Se si tratta di chiodini può esserci pure del ferro.

Come hai già intuito sarebbe stato meglio fare delle prove, ma inutile piangere sul latte versato. Si può provare a rimediare, nonostante i numerosi tentativi che hanno ciascuno per parte loro aumentato la difficoltà della rimozione.

Come puoi vedere nella stessa foto che hai inserito, anche le fibre dure si sono sporcate un po', ma ciò risulta molto meno evidente, sia per la durezza delle fibre che per la loro lunghezza, come per l'inclinazione delle stesse. Il tiglio, infatti, è molto delicato, chiaro, tenero, con fibra abbastanza lunga.



Prima di tutto si dovrebbe riuscire a rimuovere ed estrarre meccanicamente la limatura infiltrata e compattata dai vari interventi. Si può iniziare dalle zone più ampie, come fra le giunture di testa dei listelli, se già non fissata.
Lo scopo è quello di tentare di far sollevare le fibre piegate con l'uso di un pennello duro, o uno spazzolino da denti con le setole dure, ma non metalliche perché sporca pure, operando contro il senso della piegatura delle stesse e aspirando con una bocchetta adatta di un aspirapolvere, mentre si batte sulla zona con un tondino a testa bombata della stessa essenza del tiglio, o più tenera. Spero per te che qualcosina dopo qualche ripetizione dell'intervento riesca ad ottenerlo. Non ottenendo nessun risultato, purtroppo, secondo me, dovrebbe sostituirsi il pezzo difettoso. Cosa che a dirsi è più facile e problematico che a farsi, ma qui la parola dei miei colleghi più esperti di me è "sovrana".

Per iniziare, secondo me, potresti partire proprio dal listello che hai utilizzato per mostrare come si sono prodotte le macchie.

_________________
Tonino Quartararo

"Quelli che s'innamoran di pratica sanza scienza son come 'l nocchier ch'entra in naviglio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada". - Lionardo da Vinci
Tornare in alto Andare in basso
mozzo

avatar

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 69
Località : Napoli

84
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Lun Gen 27, 2014 12:23 am

Ciao Tonino , in merito alla dritta che ho esposto a Vagelis sulle tracce di residui di metallo , ho espresso un problema che mi è capitato,senza essere frainteso , non è questione di essere un esperto , e non mi reputo un esperto , di quello che dico e faccio e solo mia esperienza fatta sulla mia pelle.
Buona notte
Scusa Vagelis che ho invaso il Tuo cantiere

_________________

L’esperienza è maestra di vita

L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco Onesto


Ultima modifica di mozzo il Lun Gen 27, 2014 11:01 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

85
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Lun Gen 27, 2014 7:53 am

Ciao a tutti.
Voglio ringraziare Francesco, Sandro e Tonino per le loro indicazioni precise e dettagliate.
Sandro . non voglio ritornare e ripensare sotto un altra ottica i messagi ,quello che ho detto vale.
Fammi qualsiasi critica , per quello che ho fatto ,o per quello che sto faccendo ,non mi interessa , o meglio
mi aiuta a rifletere ,ma non toccare la mia sincerita .
Voglio chiudere in fretta questa facenda che mi ha turbato molto ,di conseguenza mi sono deciso di lasciare
cosi come si presenta il paiolato , con le macchie, per un ricordo di una bruta esperienza .
Il discorso "macchie " si chiude e si va avanti.
Dal altro anche i diffeti fanno parte di un insieme ..........e la vita e piena.
Buona giornata
Vagelis
Tornare in alto Andare in basso
Quartoni
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 81
Data d'iscrizione : 25.03.13
Età : 69
Località : Palermo

86
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Lun Gen 27, 2014 9:02 am

Ciao Vagelis, ciao Francesco.

Interessante, Francesco. Adesso che mi ci fai pensare, probabilmente nel tuo caso, l'olio di balena, gonfiando le fibre superficiali ha favorito il distacco, un po' come fa la pelle unta d'olio con le spine, o lo scompattamento del grumo avvenuto col calore dell'abrasioni, favorendo, quindi, l'eliminazione dei trucioli (e delle macchie).
Grazie, la realtà supera sempre la fantasia, o dimostra il contrario dei fenomeni fisici approcciati in modo fisso.

Buona giornata a tutti.

_________________
Tonino Quartararo

"Quelli che s'innamoran di pratica sanza scienza son come 'l nocchier ch'entra in naviglio sanza timone o bussola, che mai ha certezza dove si vada". - Lionardo da Vinci
Tornare in alto Andare in basso
santos
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 432
Data d'iscrizione : 07.03.13
Età : 55
Località : Guidonia Montecelio

87
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Lun Giu 02, 2014 7:46 pm

Ciao Vagelis vedo che è da molto che non scrivi più; spero che te stia bene e non ci sono problemi di alcuna sorta.
Un saluto
Sandro

_________________
Colui che crede di sapere, sicuramente non sà
Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

88
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Mar Giu 03, 2014 6:17 am

Ciao Sandro .
Ti ringrazio per il tuo interesse, nessun tipo di problemi .
Non scrivo più ,con rammarico ......ma vi sto seguendo .
A proposito, i miei auguri per il tuo compleanno .
Ti saluto.
Vagelis
Tornare in alto Andare in basso
santos
Utente Attivo
avatar

Messaggi : 432
Data d'iscrizione : 07.03.13
Età : 55
Località : Guidonia Montecelio

89
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Gio Giu 05, 2014 7:08 pm

Ciao Vagelis mi dispiace che non scrivi più e per giunta con rammarico.
Grazie mille per i tuoi auguri.
Sandro

_________________
Colui che crede di sapere, sicuramente non sà
Tornare in alto Andare in basso
mozzo

avatar

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 69
Località : Napoli

90
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Ven Giu 06, 2014 7:33 am

Buongiorno Vagelis , ho letto qualcosa che mi dispiace molto, ma.................,Buona giornata

_________________

L’esperienza è maestra di vita

L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco Onesto
Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

91
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Mer Giu 11, 2014 8:54 am

Buongiorno.
Sapete come stimo e rispetto le persone e in particolar modo voi DUE .
Il rammarico non appartiene a VOI .
Decidere di smettere di postare ,spezialmente per uno come me alle prime armi nel arsenale, subisce una grande perdita di aiuto da parte vostra .
Però preferisco perdere l aiuto , dal perdere la mia sincerita .
Pensavo di comunicare con persone come voi , semplici con autocontrolo nel esporre la loro
opinione , non mal pensanti , purtropo non e stato cosi .
Non ha senso pensare una cosa ,scrivere un altra ,e cercare di camufarre il ragionamento
con belle parole .
Vagelis
Tornare in alto Andare in basso
Carmine

avatar

Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 13.03.13

92
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Gio Giu 12, 2014 7:33 am

Ciao vagelischantziaras,
Non sono mai intervenuto nei tuoi post ,ma li ho sempre seguiti  con molto interesse

Il fatto che tu smetta ,non mi pare una cosa buona ,come dici tu perdi un aiuto importante da parte di persone che si mettono a disposizione,privi i neofiti come me di imparare qualcosa di nuovo, e poi questo e un Forum ci si confronta e i malintesi vanno chiariti ,e chi e nel Suo Giusto va avanti per la sua strada ....

Un saluto e Buon Vento Carmine.

_________________

Tornare in alto Andare in basso
mozzo

avatar

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 69
Località : Napoli

93
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Gio Giu 12, 2014 6:00 pm

Ciao Carmine , Grazie del Tuo intervento , l'esperienza che ho dei Forum , una cosa è certa , su 10 utenti 3 sono coerenti altri fanno solo fumo.
buona serata

_________________

L’esperienza è maestra di vita

L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco Onesto
Tornare in alto Andare in basso
vagelischantziaras



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.06.13
Località : grecia

94
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Nov 29, 2015 12:57 pm

Ciao a tutti .
Carissimo Francesco ,sicuro che sei un grande modellista ,pero la tua certezza  nei forum ti ha tradito.
 Mi puo chiamare un pessimo modellista,  o come vuoi ,  io fumo faccio solo quando fumo le sigarette , altrove
devi cercare queli che fanno fumo anche quando non fumano  ,e per dimostrare cio ti  mando quattro
foto dello stato attuale del mio  lavoro .
Ti risponto solo per non lasciare spazio delle tue   false opinioni su di me .
Buona giornata .
Vagelis



Tornare in alto Andare in basso
mozzo

avatar

Messaggi : 331
Data d'iscrizione : 05.03.13
Età : 69
Località : Napoli

95
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   Dom Nov 29, 2015 2:16 pm

Buongiorno e buona domenica , Carissimo Vagelis , ti ho inviato una mail , non mi sono mia illuso di essere un grande modellista , sono semplicemente un modellista con tanta passione.

_________________

L’esperienza è maestra di vita

L'umiltà è la corona di tutte le virtù

Francesco Onesto
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




96
MessaggioTitolo: Re: Le Requin sc. 1/48   

Tornare in alto Andare in basso
 

Le Requin sc. 1/48

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 4 di 4Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4

 Argomenti simili

-
» Le Gros Ventre (AMMIRAGLIO) *** Chiuso ***
» Modellismo d'arsenale
» Hobby Model Expo 2009

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Arch Model Ship :: MODELLISMO STATICO & DINAMICO :: Navimodellismo :: TEMATICHE :: ARSENALE :: W.I.P-